ELEMIS Expert: perché e come rimuovere il makeup

La vita di una donna è sempre più frenetica. Lavoro, figli, famiglia, amiche, palestra. È dimostrato che una donna lavori il doppio di un uomo, nell’arco della sua vita e la stanchezza si fa sentire. Alcune sere rimuovere il make-up è l’ultima cosa che vorremmo fare prima di affondare fra le coperte. Tuttavia, è fondamentale! Non c’è niente di meglio se si desidera una pelle fresca e in ottime condizioni.

Abbiamo pensato di raccontarvi perché e come struccarla, al meglio, grazie ai consigli di Manuela Milani, ELEMIS Trainer Italia.

Perché è indispensabile struccarsi prima di andare a letto?

Manuela Milani: La notte la pelle lavora per ristabilire il proprio equilibrio ed effettua “piccole riparazioni”, necessarie al buon funzionamento di questo organo prezioso e al suo aspetto sano e giovanile. È fondamentale purificare la pelle per rimuovere sporco, trucco e impurità per evitare irritazioni, infezioni, secchezza, grigiore e invecchiamento precoce. Lo stesso vale per le ciglia. Per farle crescere forti e sane occorre rimuovere ogni residuo di make-up, ogni notte, religiosamente.  Pro-Collagen Cleansing Balm è un ricco e prezioso balsamo detergente, grazie ai suoi oli purissimi, deterge la pelle, reidratandola, rimuovendo nel contempo ogni residuo di trucco. Questo lussuoso prodotto ELEMIS, premiato più volte, effettua anche una azione anti invecchiamento. COME SI USA: massaggiare Pro-Collagen Cleansing Balm sul viso, con movimenti circolari verso l’alto. Rimuovere con una lavetta inumidita con acqua tiepida, ripetere l’operazione. Se la pelle, invece, è secca o temporaneamente disidratata, Nourishing Omega-Rich Cleansing Oil è una miscela di rosa invernale, olio di chia e melograno che, massaggiato sul vio rimuove tutte le impurità ed il trucco. COME SI USA: massaggiare Nourishing Omega-Rich Cleansing Oil sul viso, con movimenti circolari verso l’alto. Emulsionare con acqua tiepida, sciacquare. Ripetere l’operazione.

Perché ELEMIS non produce salviettine leva-trucco?

Manuela Milani: La salviettina si limita a rimuovere solamente lo sporco (ed il trucco) superficialmente, spostando le sostanze impure da una parte del viso all’altra. Molte clienti che le hanno usate (o le usano) da anni, hanno la pelle estremamente grassa e infiammata oppure, sensibile e disidratata. Questo perché contengono, quasi sempre, alcol e conservanti, per mantenere la salvietta umida. Questo tipo di sostanze può distruggere microflora e acido naturale della pelle, mettendone in pericolo la salute e alterandone il pH protettivo naturale. Per rimuovere il trucco in velocità, quando si è così stanche da non reggersi in piedi, abbiamo creato la Smart Cleanse Micellar Water, un’acqua micellare infusa di rosa canina biologica inglese, perfetta per rimuovere ogni impurità, make-up e inquinamento dalla pelle senza risciacquo. COME SI USA: imbibire due dischetti leva-trucco con Smart Cleanse Micellar Water, compiere movimenti circolari verso l’alto. Ripetere l’operazione se necessario. Finire la detersione con il tonico più adatto al proprio tipo di pelle.

Come rimuovere il make-up dagli occhi?

Manuela Milani: Imbibire due dischetti leva-trucco con Smart Cleanse Micellar Water, posarli sulle palpebre chiuse e premere delicatamente per almeno 20 secondi, in modo da sciogliere il trucco. Poi scivolare verso il basso, in direzione delle guance per portarlo via. Ripetere l’operazione fino a completa rimozione. Questa tecnica permette di eliminare il trucco senza trascinare la pelle, evitando il peggioramento delle rughe e linee di espressione, o strappare le ciglia.  Smart Cleanse Micellar Water funziona anche sul mascara waterproof.

Qual è la temperatura ideale dell’acqua?

Manuela Milani: La via di mezzo. Niente di troppo caldo o di troppo freddo, solo acqua tiepida.

Doppia detersione?

Manuela Milani: Unisciti al club della doppia detersione. La prima operazione serve a rimuovere il trucco. La seconda a pulire, a fondo, la pelle.  Usa una lavetta di cotone per il risciacquo, sia nella prima, sia nella seconda detersione.

A cura di Katia Anna Calabrò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *